063201257 info@federop.it

LA PERLA DEL TIRRENO

Descrizione ed obiettivi

L’Organizzazione Produttori Pesca della Calabria “LA PERLA DEL TIRRENO” società cooperativa a responsabilità limitata, costituita nel 2017, è oggi l’unica organizzazione di produttori della pesca operante nella regione Calabria, unica anche ad aver ottenuto il Riconoscimento Ministeriale ai fini del Regolamento (UE) 1379/2013 art. 14 e del Regolamento di esecuzione (UE) 1419/2013, con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo n° 0000611 del21 dicembre 2018.
La “O.P. LA PERLA DEL TIRRENO” ha per obiettivo la realizzazione di una gestione sostenibile delle risorse marine e di sostenere un mercato comune di prodotti della pesca in grado di favorire, nell’interesse dei produttori e dei consumatori, la stabilizzazione dei prezzi e l’adeguamento dell’offerta alla domanda.
La “O.P. LA PERLA DEL TIRRENO” ha come scopo mutualistico principale l’obiettivo di assicurare l’esercizio razionale della pesca ed il miglioramento delle condizioni di vendita della produzione dei propri aderenti. Tra le diverse misure statutarie si pone l’obiettivo di:

  1. formulare programmi per la comune disciplina della produzione, conservazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti;
  2. collocare il prodotto pescato e vendere il prodotto stesso per conto dei soci, anche previa manipolazione e trasformazione;
  3. favorire l’accesso a nuovi mercati, anche attraverso l’apertura di sedi e/o uffici commerciali;
  4. assicurare la trasparenza e la regolarità dei rapporti economici con gli associati nella determinazione dei prezzi di vendita dei prodotti;
  5. realizzare iniziative relative alla logistica;
  6. promuovere i metodi di pesca che favoriscono lo sfruttamento sostenibile dell’ambiente marino;
  7. adottare tecnologie innovative sia per sistemi di pesca sia per commercializzazione e di conservazione del pescato;
  8. ideare, programmare ed intraprendere tutte quelle azioni in grado di diversificare la primaria attività della pesca;
  9. la diversificazione dell’attività di Pesca con prodotti e servizi turistici (es: Pescaturismo, Ittiturismo, ecc.);
  10. la valorizzazione e promozione del prodotto ittico locale pescato anche attraverso attività di degustazione (es: degustazione, sagre, ecc).

Attività

Le strategie dell’O.P. LA PERLA DEL TIRRENO si è basata sull’apportare un contributo all’approvvigionamento alimentare e promozione di elevati parametri di qualità e sicurezza alimentare, favorendone al contempo l’occupazione nelle zone costiere del territorio. E nell’ambito di queste strategie sono state svolte delle attività di formazione dei pescatori e delle azioni di promozione dei prodotti della pesca locale. Da quanto sopra espresso, si è perseguito il seguente obiettivo nel 2020:
Realizzazione di un progetto di valorizzazione del Pesce Spada (Xiphias gladius), trattandosi della specie più importante per l’O.P., non solo in termini di valore economico ma anche di importanza territoriale – Bagnara Calabra è tra le marinerie più importanti del Mediterraneo per la pesca di questa specie.
Il progetto si è basato sulla “Corretta Gestione della tracciabilità del Pesce Spada pescato dalla O.P. La Perla del Tirreno e marchiato Secondo Il Disciplinare di Produzione della stessa O.P.” Riassumendo, gli obiettivi specifici e i prodotti del progetto saranno i seguenti:

  1. Valorizzare il prodotto dell’O.P. La Perla del Tirreno e la commercializzazione integrata dello stesso attraverso la realizzazione di Marchio di Qualità “SPADA DI BAGNARA”.
  2. Promozione del Marchio di Qualità Registrato a livello Europeo
  3. Diffusione dell’intervento anche fuori regione grazie al sito internet.
  4. Sensibilizzare la popolazione al consumo del prodotto ittico locale nel rispetto della sua stagionalità. L’obiettivo è quindi anche quello di garantire all’utente il consumo del pesce fresco locale tramite apposito sistema di etichettatura, nella consapevolezza che mangiare
    pesce fa bene ma fa ancora meglio mangiare pesce a un prezzo contenuto, specialmente in alcuni periodi dell’anno,;
  5. Promuovere la Pesca Sostenibile e l’Organizzazione Produttori La Perla del Tirreno attraverso la Certificazione di Pesca Sostenibile.
  6. Assicurare la tracciabilità del pescato.
  7. Realizzazione di un punto di ristorazione e valorizzazione del prodotto ittico locale

I soci hanno deciso di investire per la realizzazione di un punto permanente sulla via principale di Bagnara Calabra (RC) per valorizzazione e degustazione del prodotto ittico locale. Nasce così l’idea della “O.P. LA PERLA DEL TIRRENO” di realizzare un riferimento culturale
gastronomico della pesca bagnarese, ovvero il punto di ristoro “Pearl” per la valorizzazione e promozione del prodotto ittico locale. Un “laboratorio del gusto” di degustazione, informazione e formazione; la cui filosofia sarà basata sui seguenti elementi:

  • riduzione dei passaggi di filiera tra il produttore ed il consumatore in modo da ottenere un duplice beneficio;
  • riduzione dei costi di distribuzione ed aumento della qualità del prodotto;

Si è inteso implementare un piccolo impianto di trasformazione, basato su innovative tecniche di lavorazione dei prodotti ittici freschi e conserve ittiche, con particolare attenzione all’ottimizzazione della manodopera durante le fasi stagionali. Il progetto intende dare forza all’identità produttiva aziendale, attraverso un’alta gamma di prodotti ittici provenienti dagli sbarchi delle flotte locali e da pesca sostenibile, ed in particolare coinvolgere direttamente una tipo Franchising o più imbarcazione nella consegna del pescato e nella successiva valorizzazione. Il pesce spada rappresenta la specie di maggiore pregio della flotta peschereccia di Bagnara Calabra, a cui il presente progetto intende dar valore aggiunto attraverso la trasformazione; inoltre si intende lavorare specie meno pregiate come l’alalunga, la lampuga, la sarda, il tombarello, il pesce sciabola, ecc..
E’ stata allestita un’area di ristorazione composta da una cucina e un banco per i prodotti d’asporto con spazio esterno (estivo). I prodotti mirano soprattutto alla vendita diretta presso il bar aziendale che potrà somministrare agevolmente e in sicurezza, antipasti e contorni di mare, e attraverso la cucina preparare piatti gourmet a base di prodotti ittici.

Il presente progetto rappresenta una start up del settore ittico della trasformazione e intende rispettare la tradizione alimentare e l’identità locale del territorio in cui opera, valorizzare le specie ittiche locali e i prodotti della pesca sostenibile, cogliere le nuove tendenze ed esigenze dei consumatori. Il punto vendita e ristorativo potrà in futuro rappresentare un’attività

La best practice

Tra le “best practice” realizzate vi sono:

  • DISCIPLINARE SULLA MANIPOLAZIONE DEL PESCE SPADA
  • MARCHIO DI QUALITA' COLLETTIVO "SPADA DI BAGNARA"
  • CERTIFICAZIONE PESCA SOSTENIBILE "FRIEND OF THE SEA"
  • FRIGGITORIA E GASTRONOMIA DI PESCE "PEARL"

La pesca e la commercializzazione del Pesce Spada di Bagnara sono regolate da un dettagliato disciplinare che regola e garantisce la qualità, la sicurezza e la sostenibilità del pesce spada. Il Pesce Spada di Bagnara (Xiphias gladius) è quel pesce spada di lunghezza minima prevista di un metro, integro e con caratteristiche generali tali da classificarlo come prodotto freschissimo. Il Pesce Spada di Bagnara viene catturato giornalmente solo nelle acque di Bagnara (Zona FAO C 37.1.3.), conservato tramite refrigerazione e sbarcato entro le 12-18 ore dalla cattura.
L’etichetta viene posta al momento dello sbarco su ogni singolo pesce spada, selezionato secondo i criteri del disciplinare.
L’etichettatura “Spada di Bagnara®” garantisce una qualità di altissimo livello e segue la tracciabilità fino al consumatore finale.
Il pesce spada di Bagnara è un prodotto certificato, regola tutti i passaggi di filiera e viene sottoposto ad audit di terza parte. Inoltre, in prodotto “Spada di Bagnara®” è certificato secondo gli standard internazionali di sostenibilità ambientale Friend of the Sea. Questo previene il rischio di mancato ricambio e conseguente riduzione degli esemplari nel Mediterraneo. N° certificato 34922AX. Friend of the Sea certifica la sostenibilità delle attività di pesca dell’OP Perla del Tirreno. Infatti, l’OP osserva gli standard di sostenibilità per il non sovrasfruttamento degli stock ittici (come indicato dalla FAO), usa attrezzature di pesca selettiva, ha abolito tecniche impattanti. Inoltre, non effettua catture accessorie e applica misure per la gestione dell’energia e dei rifiuti.

La pesca con il palangaro è un metodo di pesca fortemente selettivo. Questo consuma poca energia, rispetta l’ambiente e consente di evitare catture accidentali come tartarughe marine e delfini.
L’arpione consente di evitare catture di specie non bersaglio e di esemplari giovani o il ferimento di altri animali. Infatti, questo è un metodo di pesca che può essere applicato alla cattura di quegli esemplari superiori al metro di lunghezza che avvicinano alla superficie.

Le specie più rilevanti

PESCE SPADA

TONNO ALALUNGA

TOMBARELLO

Pesce spada alla ghiotta

Preparazione

Rivisitando e adattando un po’ la forma degli ingredienti, possiamo utilizzare il sughetto che accompagna un piatto di cui abbiamo già parlato in passato, il pesce spada alla ghiotta, per condire in modo davvero eccezionale un bel piatto di pasta, che sia di spaghetti o di penne, la Ghiotta di pesce spada è un condimento che rende unico ogni tipo di pasta.

TECNICHE DI LAVORAZIONE

Tagliare il pescespada a fette infarinarlo e cuocerlo in una padella con olio. Toglierlo e metterlo in una pirofila. Nella stessa padella e nello stesso olio, rosolare la cipolla ed aggiungere i capperi, il prezzemolo, la salsa di pomodoro, sale e pepe, ed in un secondo tempo le olive. Fare cuocere per pochi minuti e versare sul pesce caldo.

INGREDIENTI UTILIZZATI

Pescespada, olio d’oliva, capperi piccoli, prezzemolo, salsa di pomodoro, cipolla affettata, farina, sale e pepe. 

Definito come “il pinocchio della Costa Viola” è il pesce più richiesto e l’indiscusso protagonista della gastronomia calabrese. Non solo per la prelibatezza delle sue carni, bensì anche per il rituale folkloristico che ne caratterizza la pesca. Uno degli spettacoli più attraenti è l’assistere, nelle azzurre acque della costa viola (da Villa S. Giovanni a Palmi) alle battute di pesca delle “passarelle”, le curiose e veloci imbarcazioni specializzate nella caccia al pesce spada. Esse sono guidate da un timoniere-avvistatore che si pone in precario equilibrio su un alto pennone, dove vi è anche il cassero. Questo traliccio metallico è alto 15 a 25 metri. Dalla prua della barca fuoriesce un altro ponte metallico, la “passerella” appunto, dal quale il fiocinatore vibra con l’arpione il colpo mortale alla preda.Agli arabi si ascrive il merito della “gghiotta”.La sagra del pescespada si tiene la seconda domenica di luglio a Bagnara Calabra.”Dallo stretto partivano i pesce spada per Atene, pescati con tecniche ancora in uso ed introdotte dai fenici”, testimonianza di Archestrato (età classica) riportata su Calabria Sconosciuta in “Lineamenti storici della gastronomia calabrese” di Giuseppe Polimeri, anno V n. 20 (ottobre-dicembre 1982).

l’OP è lo strumento più importante per promuovere il settore ittico ed i suoi prodotti, valorizzando le tradizioni alimentari locali e di condeguenza i prodotti tipici del territorio, sottolineando i valori culturali, la tutela dell’origine e della salvaguardia del prodotto proposto. I prodotti tipici si adattano bene alle forme di concorrenza basate sulla qualità, prestandosi bene alla vendita nei mercati più ricchi. Le OP possono giocare un ruolo strategico in merito.

Antonio Lombardo Presidente Op La Perla del Tirreno